Skip to content

LA CASA MATERNA

Nella casa
dove sono nata
vi soffia un vento
di nostalgia.
Dalle sue finestre
con il sole
entrano i ricordi…
le pareti colme
di preghiere
e di affanni
lasciano spazio
al mio mondo.
Povera casa…
da tempo vuota
dove i giorni e le ore
trascorrono senza
ferirmi e assopiscono
ogni dolore.
Una volta colma d’amore
rimane il solo rifugio
dove io possa riposare.

Mirella  Narducci

Published inpoesie

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti